11/12/2016
serie A
Torino
Torino
1 - 3
Juventus
Juventus
Grande Torino
  
   
90
   
MINUTI GIOCATI
  
  
59 87%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
0 7
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
4 0
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI - NELLO SPECCHIO 1/0
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Si ritorna al campionato dopo il turno di Champions League, va in scena il sentitissimo derby della Mole. Il Torino è al momento una delle squadre che ha fatto vedere il miglior calcio dall’avvio della stagione, merito di una rosa di estremo valore tecnico e della determinazione trasmessa dal tecnico Mihajlovic.
Allegri torna al 4-3-3 con Rugani centrale a fianco di Chiellini, Cuadrado a supporto di Higuin e Mandzukic.
Juventus parte subito all’attaco e al 7′ non sfrutta un clamoroso buco di Castan su Mandzukic che mette in centro per Higuain ma il pallone colpisce Barreca.
Al 10′ Belotti cerca una ripartenza, prontamente vanificata da Rugani, il giocatore granata protesta per un intervento non regolamentare ma secondo l’arbitro Rocchi non c’è fallo.
Ancora grossa chanche per Mandzukic al 12′ che su cross di Cuadrado non colpisce con precisione.
Il Torino reagisce subito con Baselli che prova da fuori ma intercetta Chiellini di petto.
Al 14′ palla gol per Mandzukic che devia una palla di Khedira calciata dal limite, Hart respinge con un gran intervento.
Partita molto aperta, i granata sviluppano alla perfezione una ripartenza, Baselli scappa sulla destra e dal fondo mette in mezzo per Belotti che insacca sul secondo palo.
Torino in vantaggio al 16′.
Bianconeri subito in avanti per raggiungere il pareggio, Higuin ci prova dal limite con un destro a giro ma Hart ci arriva.
Al 23′ bella conclusione da fuori per Marchisio che calcia dopo un’azione concertata tra Sturaro e Cuadrado: il Principino non trova lo specchio della porta,
Allegri chiede di spostare la manovra sulla fascia destra dove agiscono Lichtsteiner e Cuadrado, il Torino infatti evita accuratamente lo scontro diretto prediligendo la corsia opposta.
Al 28′ proprio il colombiano pesca una verticalizzazione per Mandzukic, il taglio libera Higuain che si infila al centro della difesa e calcia a fil di palo.
Pareggio meritatissimo per i bianconeri. La Juventus non sembra soddisfatta e mantiene il baricentro alto.
Al 37′ spettacolare intervento in scivolata in fase difensiva di Manzukic, l’arbitro vede un fallo e ammonisce il croato ingiustamente.
Su punizione calca Ljajic ma Buffon c’è. Non si ci sono altre azioni degne di nota e si conclude il primo tempo.
Nessun cambio per i bianconeri e i granata al rientro in campo.
Al 4′ Marchisio mette in mezzo una gran palla per Khedira ma il tedesco si divora la rete del vantaggio.
Belotti scatenato all’11’ sulla fascia ma Rugani lo ferma con determinazione e l’arbitro decreta fallo con ammonizione ai danni del centrale juventino. Decisione discutibile, probabilmente Rocchi è stato ingannato dalla distanza che intercorreva con l’azione di gioco.
Gara molto aperta e dall’alto livello agonistico, Mandzukic, Sturaro e Rugani abilissimi nella fase difenaiva, Khedira e Marchisio in fase di costruzione.
Al 15′ pericolosi Benassi e Falque, ribattuta da Mandzukic la prima occasione, fuori la seconda.
Al 17′ Lichsteiner entra in area con un delizioso tunnel a Castan che stende lo svizzero: Rocchi non fischia quello che sembra essere un rigore netto.
Primo cambio per la Juventus, al 22′ entra Lemina per Sturaro.
Al 23′ Chiellini perde un pallone pericolos ma recupera la palla con un grande intervento in scivolata vanificando l’azione del Torino che lo stesso difensore aveva innescato.
Al 26′ entra Dybala per Mandzukic.
Ljajic ci prova con un destro a giro al 28′ palla di poco fuori, due minuti dopo risponde da fuori Lemina, traiettoria potente ma alta sopra la traversa.
Al 31′ si infortuna Rugani per una gomitata sul volto subita da Belotti, Juve in dieci, il difensore rientrerà al 35′.
Al 36′ Pjanic entra Cuadrado, Juventus passa al 4-3-1-2: Allegri non riuscendo ad innescare il colombiano aggiunge un vertice alla mediana di centrocampo.
Tre cambi invece per Mihajlovic, scelta azzardata perché l’ingresso simultaneo di diverso giocatori comporta sempre una certa confusione tattica e calo di concentrazione.
Al 37′ lancio lungo per Higuin pescato in area, l’argentino mette a terra, si gira e lascia partire un destro che sorprende Hart. Juventus in avanti!
La Juventus prova a fare possesso palla, Dybala serve un delizioso assist per Higuain che al 44′ non finalizza una facile conclusione.
Rocchi decreta 4′ minuti di recupero.
Ancora grande azione di Dybala che serve Pjanic, Hart si oppone alla prima conclusione ma deve capitolare sulla ribattuta del bosniaco. Terza rete al 47′ per la Juve che chiude così il match e si aggiudica il derby di Torino.
La partita è stata avvincente e giocata con fair play. Partita decisa sui cambi, Allegri azzecca tutte le scelte, Mihajlovic invece, non accontentandosi del pareggio, sbilancia in avanti il Toro con il risultato di lasciare nelle retrovie ampi spazi. I difensori granata lasciati spesso all’uno contro uno non hanno retto il maggiore tasso tecnico dei bianconeri.
Torino si conferma bianconera!