29/01/2017
serie A
Sassuolo
Sassuolo
0 - 2
Juventus
Juventus
Mapei Stadium

Trasferta difficile per questo turno di campionato, la Juventus va in trasferta a Sassuolo. Di Francesco vanta uno score di tutto rispetto contro mister Allegri, il quale in settimana ha sottolineato più volte le insidie del match.
I bianconeri scendono in campo per la terza volta consecutiva con il 4-2-3-1 delle meraviglie, solo in difesa si assiste ad una turnazione. Ormai acquisiti i movimenti della line a quattro, il mister intende invece consolidare i movimenti di copertura della mediana da parte degli attaccanti.
Parte bene il Sassuolo e al 4′ per poco non ne approfitta di un’incertezza di Bonucci.
I bianconeri rispondono con un bel lancio di Cuadrado non sfrutatto da Higuain.
All’8′ Mandzukic duetta con Alex Sandro sulla fascia, servito con un colpo di tacco il brasiliano mette in mezzo un cross teso petr Higuain che anticipa tutti. Juventus in vantaggio!
Al 20′ Bonucci serve dalla distanza Mandzukic che appoggia per Higuain ma il piatto dell’argentino non è preciso.
Quattro minuti dopo il Pipita si fa perdonare rubando una palla a Cannavaro. Dal limite di fondo campo mette una palla tagliata verso il dischetto di rigore, Dybala fa un prezioso velo smarcando Khedira e conclude in rete!
Il Sassuolo fa fatica a reggere il peso dell’attacco juventino e si limita a non subire ulteriori reti prima della pausa.
Il primo tempo si conclude sullo 0-2, non ci sono cambi all’avvio della ripresa per i bianconeri.
Mandzukic al 46′ si rende subito pericoloso mandando in bambola il proprio marcatore con una serie di finte: serve alla perfezione Cuadrado ma il colombiano colpisce debolmente.
Al 48′ è Bonucci a sfiorare il gol con un’intervento calcio d’angolo.
Quattro minuti più tardi è il palo a salvare il Sassuolo dalla capitolazione, Cuadrado appoggia su Dybala che colpisce sulal conclusione il montante della porta.
Pjanic al 56′ ammonito per fallo, il giocatore crea e non si risparmia neanche in fase difensiva.
Juventus ancora vicina al gol al 68′: Dybala resiste ad una serie di cariche di Aquilani, passa ad Higuain che libera al tiro Cuadrado. Consigli intercetta e Mandzukic non è preciso nella ribattuta.
Cuadrado al 70′ scappa di nuovo dalla marcatura, effettua un cross tagliato per Mandzukic ma il destro del croato non inquadra la porta.
Allegri al 76′ mette in campo Pjaca per Dybala e all’82’ Rincon per Cuadrado, aggiungendo così un uomo a centrocampo.
I bianconeri aumentano il possesso palal e giungono al termine del match senza rischi.
Allegri conquista così tre punti preziosissimi nella corsa scudetto, considerati anche gli stop delle dirette inseguitrici.
Il mister ha di nuovo ricevuto sensazioni e risultati positivi da questo modulo, cresce la curiosità e l’attesa per vedere le sue scelte nel prossimo turno di campionato quando la Juventus ospiterà la miglior squadra del momento, l’Inter di Pioli.