19/03/2017
serie A
Sampdoria
Sampdoria
0 - 1
Juventus
Juventus
Stadio Luigi Ferraris

Trasferta insidiosissima per i bianconeri allo stadio Marassi di Genova contro la Sampdoria.
Allegri non convoca Marchisio, il centrocampista della Juventus sfrutterà la sosta per recuperare ulteriormente la miglior forma fisica dopo l’infortunio.
Il match comincia con la alla battuta per i blucerchiati, pressing subito alto dei padroni di casa ma Dybala al 3′ riesce a entrare in area e a scaricare su Higuain che conclude però tra le braccia di Puggioni.
Risponde al 5′ l’ex Quagliarella che offre un buon pallone per Muriel ma l’attaccante non ariva sulal sfera.
L’attaccante di Castellammare, servito da Bruno Peres, si ritrova al 6′ solo davanti a Buffon ma conclude a lato. Grossa occasione per la Samp!
Palla rimessa in gioco e qualche secondo dopo Asamoah scende sulla sinistra, crossa in mezzo per Cuadrado che di testa insacca al 7′! Juventus avanti per una rete a zero!
Al 12′ Dybala regala una buona palla per Mandzukic che non arriva per poco a colpire di testa.
Al 16′ si accende una disordinata mischia in area, Cuadrado mette in mezzo e Sala rischia un autogol clamoroso, prova a ribadire Mandzukic ma colpisce in pieno Higuain, infine la palla giunge a Dybala che cicca. Incredibile, Juve vicina al raddoppio!
La Juventus sta dominando e un’ulteriore occasione per segnare capita sui piedi di Higuain al 20′ che servito involontariamente da Linetty tira in porta ma Puggioni respinge.
Attimi di preoccupazione al 27′, Dybala chiede il cambio per un problema muscolare, entra Pjaca.
Due minuti più tardi Rugani si ritrova davanti a Puggioni, l’arbitro per ferma per dubbia posizione di fuorigioco.
La Sampdoria si sistema meglio in campo e tenta una reazione, al 36′ dal limite conclude Fernandes, Buffon respinge. Sulla palla cerca di avventarsi per primo Quagliarella ma Buffon è lo anticipa.
Al 38′ ancora Quagliarella tenta l’eurogol! Rovesciata fuori di qualche metro su traversone di Sala. Gesto tecnico impressionante per l’ex bianconero ma il risultato non cambia.
I bianconeri escono dal torpore e si ributtano in avanti con Pjaca: pericoloso il suo assist per Khedira, Puggioni devia in angolo.
Il portiere blucerchiato rimedia ancora un minuto su Higuain che calcia a botta sicura una palla servita da Pjaca, bravo a saltare in precedenza Silvestre.
Termina così il primo tempo, con la Juventus avanti di una rete, risultato striminzito per le numerosi occasioni non concretizzate: Puggioni ha più volte salvato la sua squadra dalla capitolazione.
Si torna in campo dopo la pausa e i liguri sembrano intenzionati a recuperare lo svantaggio, Quagliarella insidioso in un paio di occasioni, bravo a sfruttare alcune palle perse dalla difesa bianconera.
Al 5′ ci prova con una bella conclusione a giro ma Buffon ci arriva. Risponde Pjanic con una palla servita di esterno col contagiri, Higuain calcia alto ma l’arbitro aveva segnalato un fuorigioco.
Giampaolo inserisce Schick per Bruno Fernandes: l’allenatore sposta il baricentro della formazione schierando un tridente.
All’11’ ancora una palla persa, questa volta da Asamoah, su cui si avventa Quagliarella: troppa disattenzione dietro!
Il Ghanese si fa perdonare al 20′ quando anticipa con una perfetta diagonale Schick e intercetta la conclusione.
Un minuto dopo, ovazione per Buffon, sempre più leggenda: Gigi diventa il giocatore bianconero ad aver disputato più minuti nella storia superando così Boniperti!
Al 27′ cambio per Allegri: fuori l’autore del gol, Cuadrado e dentro Lemina.
Sampdoria pericolosa al 37′ Asamoah perde ancora palla Muriel potrebbe servire Quagliarella ma il ghanese riesce ad intervenire prima del passaggio.
Momenti di tensione al 39′ tra Regini e Dani Alves, i due si beccano e l’arbitro distribuisce altrettante ammonizioni.
Quagliarella di nuovo ripete il gesto tecnico che aveva incantato il Marassi nel primo tempo: la conclusione su rovesciata termina questa volta alta. Brivido al 40′.
Allegri si copre, richiama in panchina Higuain e manda in campo Lichtsteiner.
Lo svizzero rileva la posizione di Dani Alves che avanza di posizione.
La Sampdoria non demorde e approfitta dei metri concessi dalla Juventus, ora più intenzionata a coprirsi senza cercare il raddoppio.
Quagliarella ci prova al 43′ su girata ma la debole conclusione è bloccata da Buffon.
L’arbitro decreta 5′ minuti di recupero. Asamoah perde ancora una palla velenosa, Muriel si invola ma viene recuperato dal ghanese. In diverse occasioni Asamoah ha perso palle pericolose in maniera abbastanza superficiale e altrettante volte è riuscito a recuperare in maniera miracolosa.
L’ultimo pericolo lo riserva Regini su corner, la sua conclusione di testa finisce alta sopra la traversa.
Il triplice fischio chiude questo incontro concluso dalla Juventus in apnea.
La sosta sembra giungere in maniera provvidenziale, alcuni giocatori sono sembrati affaticati. Serve ritrovare la migliore condizione per la prossima gara prevista il 2 aprile quando andrà in scena uno scontro al vertice: trasferta difficilissima contro il Napoli!