Pray for Manchester

Proprio ieri ho pubblicato su Twitter la foto della mia famiglia, fonte costante di energia e di supporto. Da genitore è ancora più dura accettare quanto accaduto a Manchester, dei ragazzi poco più grandi dei miei figli, forse al primo concerto del loro idolo, spazzati via da un’esplosione.
Un momento di gioia unica che in un solo istante si è trasformato in tragedia.
Anche se tutto sembra così lontano, oltre un mare che ci divide, siamo uniti nel dolore di quelle persone che hanno perso qualcuno di caro.
Non mollate.
Siate forti.
Non siete soli.
#prayformanchester