18/01/2015
serie A
Juventus
Juventus
4 - 0
Verona
Verona
Juventus Stadium

Poker al Verona. Si allunga il vantaggio sulla Roma

Campionato o Coppa Italia che sia, la morale non cambia: il Verona esce malconcio dallo Stadium. Dopo il 6-1 della coppa nazionale, infatti, la squadra di Mandorlini incassa altre quattro reti dai bianconeri; in virtù del pareggio ottenuto dalla Roma alla Favorita di Palermo, Allegri dilata il vantaggio dai secondi, portandolo a 5 lunghezze.
In campo si rivede Tevez, mentre Morata è di nuovo titolare al posto di Llorente. Nella linea a quattro dei difensori c’è Caceres al posto di Lichtsteiner, tenuto precauzionalmente a riposo per un fastidio alla caviglia destra.
Il fortino dell’Hellas dura ancora meno rispetto al precedente confronto, e già dopo tre minuti Pogba trova la rete del vantaggio: il suo destro poco fuori dall’area è imprendibile per Rafael, che forse poteva fare di meglio nell’occasione. Al 9’ è già di tempo di esultare di nuovo per la Juve, quando Tevez spedisce in rete un pallone crossato dalla destra da Morata; da segnalare, nell’occasione, la giocata di Pogba, che con un velo spiazza i difensori ospiti favorendo il suo compagno. Ancora Pogba, sul finire della frazione, va vicino al tre a zero, e la supremazia che i bianconeri hanno durante il corso di tutto il primo tempo sui propri avversari è a tratti imbarazzante.
Nella ripresa la Juve ha tutti gli interessi del mondo a mantenere i ritmi bassi e la situazione sotto controllo, riuscendo comunque a sugellare la prestazione centrando il bersaglio grosso per altre due volte. Prima Pereyra sfrutta alla perfezione un bell’assist di Chiellini, segnando il secondo goal in pochi giorni al Verona, e ancora Tevez non sbaglia a tu per tu con Rafael per il suo tredicesimo goal stagionale. Per Allegri c’è anche tempo per riproporre Giovinco e Pepe in campo, che tanto avevano meravigliato in coppa; per loro non arriverà la gioia del goal, ma siamo sicuri che alla squadra andrà bene anche così.
Al giro di boa del campionato la Juventus si presenta in piena forma, laureandosi campione d’inverno a suon di belle prestazioni e accumulando un vantaggio di 5 punti sulla Roma prima inseguitrice. La stessa convinzione nei propri mezzi e tenacia, unite ad una tecnica di base di elevata qualità, dovranno essere riproposte anche nel corso del girone di ritorno, per sperare nello Scudetto e per togliersi soddisfazioni anche in campo europeo, dove è da troppo tempo che una squadra come la Juventus non riesce ad ottenere risultati proporzionati al blasone che ha.