06/05/2017
serie A
Juventus
Juventus
1 - 1
Torino
Torino
Juventus Stadium

Derby di Torino allo Juventus Stadium, Allegri propone un turnover importante in vista della gara di ritorno della semifinale di Champions League in programma il prossimo martedì.
In campo con il 4-3-2-1: Neto; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah; Sturaro, Khedira, Rincon; Cuadrado, Dybala, Mandzukic.
Il mister cambia modulo anche per testare alcuni giocatori in un centrocampo più folto a linee strette, soluzione che potrebbe essere adottata contro il Monaco.
La prima occasione capita sui piedi di Belotti che al 13′ conclude a lato dopo uno scambio con Iago Falque.
Al 15′ Benatia trova il tempo giusto su un corner per anticipare tutti di testa ma la sua conclusione scheggia la traversa; Bonucci si avventa sulla palla ma l’intervento di Molinaro salva il risultato.
Cuadrado e Sturaro ci provano dal limite al 17′ e al 19′ ma la mira non è precisa.
Buona prestazione di bianconeri che stanno cercando di sbloccare il risultato in tutti i modi.
Cuadrado al 28′ trova Mandzukic, Rossettini trova il tempo giusto per anticipare il croato lanciato a rete.
Un minuto Lichtseiner si libera bene dopo uno schema su calcio di punizione, centra la porte ama Hart devia in corner.
Al 31′ il Torino risponde con un pericoloso contropiede di Ljaic, Rincon ci mette una pezza sontuosa con un intervento perfetto.
Al 38′ ammonito Acquah per fallo su Dybala.
La Joya batte una punizione al 40′ per Benatia che viene fermato per posizione di fuorigioco.
Ancora illuminante il gesto tecnico dell’argentino che al 44′ dopo uno scambio con Mandzukic colpisce a botta sicura e Hart salva il risultato con un intervento strepitoso. Juventus vicinissima al vantaggio allo scadere del primo tempo.
Nessun cambio al rientro dagli spogliatoio ma tutti i giocatori della la panchina effettuano esercizi di riscaldamento.
Asamoah al 52′ viene ammonito per fallo di mano. Punizione dal limite, parte Ljajic che trova di potenza l’incrocio dei pali sulla destra di Neto. Torino in vantaggio, grazie ad una punizione imprendibile del serbo.
Al 53′ ammonito Dubala per proteste, poco dopo Khedira trova Mandzukic che tenta un diagonale che termina di poco fuori.
Allegri menda in campo al 56′ Higuain per Sturaro, pochi secondo dopo Acquah entra in scivolata su Dybala, dopo aver toccato la palla il giocatore del Torino travolge l’argentino. L’arbitro estrae il cartellino giallo per Asamoah che viene espulso per somma di ammonizioni.
Mihajlovic contesta la decisione arbitrale e viene espulso al 59′.
Al 62′ corner per la Juventus, Bonucci scarica di testa su Rincon che prova a sua volta l’incornata, la palla esce a lato di poco.
Baselli ci prova da fuori al 67′ ma Neto respinge.
Dybala al 68′ libera Khedira che da pochi metri calcia altissimo. Occasione incredibile sprecata dal tedesco Juventus!
Pjanic entra per Rincon al 68′. I bianconeri continuano a spingere, al 76′ Cuadrado viene ammonito.
Pjanic al 78′ riesce a smarcare a Bonucci che in allungo trova la deviazione, Hart salva ancora il risultato.
Ultimo cambio per Allegri all’80’ esce Dybala ed entra Alex Sandro.
Inizia ad emergere tra i biancone un certo nervosismo tattico, finisce il tempo regolamentare e si entra nei 4 minuti di recupero.
Al 92′ Higuain da fuori area trova l’angolo dove non può arrivare Hart, preso controtempo da una conclusione improvvisa. Il Pipita pareggia e segna il 32° gol stagionale.
La Juventus trova con caparbietà un punto d’oro nella volata finale per aggiudicarsi il Campionato.
Ora è tempo di dedicarsi di nuovo alla Champions!