25/10/2017
Juventus
Juventus
4 - 1
Spal
Spal
Allianz Stadium
  
   
15
   
MINUTI GIOCATI
  
  
16 94%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
2 0
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
0 0
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI - NELLO SPECCHIO 0 - 0
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Allegri conferma tutte le indiscrezioni della vigilia e schiera la sua Juve con un tridente inedito Bernardeschi, Dybala e Douglas Costa alle spalle di Higuain, Szczesny tra i pali, Lichsteiner, Barzagli, Rugani e Alex Sandro a protezione; Bentancur e Khedira in mediana.
Parte subito forte la Juve che nei primi dieci minuti tempestando di tiri la porta dei ferraresi in tenuta rossa. Alla fine la sblocca Bernardeschi al quarto d’ora e Dybala mette il sigillo qualche minuto dopo. Sembra la classica partita tranquilla e dominata ma Paloschi la riapre nell’unica occasione avuta dalla Spal.
Ci si aspetta un secondo tempo all’arrembaggio ma la Juve inizia male concedendo anche il 2-2 alla Spal, non fosse intervenuto il VAR ad annullare giustamente.
La scossa che serviva per riprendere a macinare gioco, la Juve alla fine avrà un possesso palla clamoroso, e chiudere definitivamente la gara.
In pochi minuti, dal 64 al 70esimo, le firme di Higuain e Cuadrado mettono fine alle speranze di una Spal gagliarda ma che esce dalla trasferta dello stadium con le ossa rotte.
C’è tempo anche per rivedere il principino che gioca gli ultimi 15 finali, un rientro aspettato da tanti, nella gara forse più agevole per mordere l’erba dello Stadium.
Inter e Napoli non fuggono, la Juve c’è, eccome!