04/02/2018
Juventus
Juventus
7 - 0
Sassuolo
Sassuolo
Allianz Stadium
  
   
74
   
MINUTI GIOCATI
  
  
54 94%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
1 0
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
1 0
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI - NELLO SPECCHIO 0 - 0
  
CROSS 0
  
ASSIST 1
  
CARTELLINI 0

La lotta per lo scudetto 2018 vive un’altra pagina emozionante all’Allianz Stadium dove la Juventus, reduce da otto vittorie e un pareggio nelle ultime nove partite, ospita un Sassuolo bisognoso di un successo di prestigio per uscire dalla stagnante zona salvezza.
Allegri lascia fuori precauzionalmente Benatia, un panchina, e Douglas Costa, sofferente per una contusione rimediata in allenamento, in tribuna.
La formazione vede capitan Buffon in porta dietro a Chiellini e Rugani al centro e Alex Sandro e De Sciglio ai lati in una difesa a 4, mentre a centrocampo Pjanic, Khedira e Matuidi gestiscono il gioco in modo da offrire azioni al trio Mandzukic, Higuain e il claudicante Bernardeschi, che stringe i denti e gioca comunque dal primo minuto.
Il Sassuolo di Iachini risponde con uno speculare 4-3-3 con Consigli in porta, Lirola, il nuovo acquisto Lemos, Acerbi e Peluso in difesa, Missiroli, Magnanelli e Duncan a centrocampo e l’esordiente Babacar a completare il reparto offensivo formato da Berardi e Politano.
Pronti-Via e la Juventus si porta subito in vantaggio su un’azione d’angolo dove la respinta di Consigli carambola tra Acerbi e Rugani facendo finire il pallone sul lesto piede di Alex Sandro che insacca al nono minuto.
La partita subisce un netto controllo dei bianconeri che al ventiquattresimo, ancora su azione da calcio d’angolo, vede il raddoppio dei piemontesi con Khedira pronto a raccogliere sotto porta un cross di Pjanic allungato da Sandro.
Subito dopo si fa male Matuidi, degnamente sostituito da Claudio Marchisio, e col terzo gol ,sempre del tedesco Khedira, chiude definitivamente il match che si trasforma in una goleada.
Il 4-0 di Pjanic manda le squadre negli spogliatoi con umori ben distanti tra loro, mentre nella ripresa si scatena il Pipita Higuain che insacca tre volte la sfera alle spalle di Consigli la seconda su assist al bacio di Marchisio.
Il 7-0 finale racconta una partita dominata dai bianconeri, col Sassuolo che tira in porta una sola volta contro le 11 dei torinesi.
Ora occhi puntati sul derby Benevento-Napoli, sperando in un miracolo dei sanniti.