17/02/2017
serie A
Juventus
Juventus
4 - 1
Palermo
Palermo
Juventus Stadium
  
   
75
   
MINUTI GIOCATI
  
  
82 91%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
6 1
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
1 1
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 1
  
TIRI / NELLO SPECCHIO 1/1
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 1

Turno di campionato anticipato al venerdì allo Juventus Stadium per consentire ai bianconeri un’adeguata preparazione al match di Champions League in casa del Porto.
I ragazzi di Allegri affrontano il Palermo di Diego Lopez: il mister toscano effettua un ampio turnover rispetto alla precedente giornata. In difesa si rivedono dal primo minuto Dani Alves, Benatia e Asamoah che affiancano Bonucci, sulla mediana rientra Marchisio a fianco di Khedira, dietro a Higuain agisce l’inedita trequarti formata da Pjaca, Dybala e Sturaro.
Al 3′ minuto prima occasione per la Juventus con Suraro che in area non riesce a concludere una bella palla procurata da Aasamoah.
Un minuto dopo Sturaro viene steso al limite, sulla relativa punizione Dybala sulla sfera.
La magnifica esecuzione si stampa sul palo!
Al 12′ si replicano le dinamiche, questa volta è Dybala ad essere fermato dal limite. Posevec esce bene su Higuain ma sulla respinta si avventa Marchisio che conclude in rete!
Ritorno al gol del Principino al 13!
Il gol era nell’aria, il Palermo si era chiuso bene e la Juve ha ferito su calcio piazzato.
I siciliani però reagiscono allo svantaggio e la Juventus in copertura scala e controlla con un 4-4-2.
Al 21′ grossa occasione per Khedira: incursione di Benatia in area avversaria, Pjaca aggancia la palla e crossa per il tedesco che conclude debolmente consentendo il salvataggio sulla linea di Aleesami.
Allegri rimescola ulteriormente la formazione spostando Pjaca sulla sinistra, Dybala a destra e scalando Sturaro sulla mediana, riproponendo di fatto un 4-3-3.
Al 36′ si segnala l’ammonizione per Marchisio per fallo si Bruno Henrique; qualche minuto prima il centrale aveva incantato con un lancio geometrico per Higuain vanificato da un fuorigioco.
Il Palermo non si è spento e serve un intervento strepitoso di Asamoah per salvare il risultato al 37′: Dani Alves sbaglia il disimpegno e il ghanese recupera su Balogh.
Al 39′ ancora punizione dal limite per i bianconeri. Dybala ci prova la terza volta e questa volta segna con una conclusione magistrale. Dybala non esulta per rispetto al club che lo ha lanciato in Serie A.
Termina il primo tempo con la Juventus in vantaggio per 2-0, il Palermo si è difeso con ordine e ha creato alcune interessanti occasioni con la complicità di alcune distrazioni in fase di copertura dei bianconeri.
Al rientro in campo Lemina rileva Khedira e Allegri ritorna ad un più solido 4-4-2.
Marchisio detta i tempi in mezzo al campo e prova ad innescare Higuian al 52′ con un preciso lancio ma l’argentino finisce come nel primo tempo in fuorigioco.
Balogh ci prova al 62′ con un’azione personale, cade in area di rigore e protesta ma l’arbitro lascia proseguire.
Un minuto dopo Dybala serve alla perfezione Higuain che con un taglia aveva allargato la difesa palermitana, tocco sotto del Pipita e nulla da fare per Posavec, Juventus avanti per tre reti!
Al 70′ entra Cuadrado per Sturaro, al 75′ Rincon per Marchisio, applauditissimo da tutto il pubblico.
Al 77′ pericoloso scontro tra Cuadrado e Posavec, dopo attimi di paura il portiere si rialza.
Diamanti in campo, si alza la qualità del Palermo e proprio s u un suo lancio si rende pericolso Nestorovksi ma l’arbitro ferma il gioco per aver visto un fallo di mano.
Un minuto dopo Posavec nega il gol a Cuadrado servito da Dybala.
La Joya è in gran forma e al 89′ raddoppia: azione personale di Higuain che supera Goldaniga, si allarga portandosi via i difensori e scarica di tacco su Dybala che incrocia: Posavec rimane fermo e arriva il 4-0 per i bianconeri!
La coppia argentina davanti oggi ha seminato il panico nelle retrovie siciliane.
Al 93′ calcio d’angolo per il Palermo: Diamanti trova in mezzo la testa di Chocev che di testa batte Buffon.
Si chiude sul 4-1 dunque, tre punti in archivio e testa già all’impegno di coppa.
Allegri ha variati diversi moduli e ha sferzato più volte i suoi ragazzi a non allentare la tensione.
Si segnala l’ottima prestazione di Marchisio e l’efficacia di Dybala più vicino alla porta.
Sono molte le soluzione sperimentate di Allegri, tutte efficaci ma sembra che il mister sia ancora alla ricerca della miglior disposizione in campo, il giusto compromesso tra una mediana capace di inserimenti come quella quella che abbiamo visto oggi e una trequarti capace di essere valida anche in fase di copertura utilizzata nelle scorse partite.
La formazione per la Chiampions dunque è tutta da scoprire ma siamo certi che il che i nostri ragazzi daranno il meglio!