09/05/2017
champions league
Juventus
Juventus
2 - 1
Monaco
Monaco
Juventus Stadium
  
   
86
   
MINUTI GIOCATI
  
  
42 88%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
2 0
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
0 1
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI - NELLO SPECCHIO 1 - 0
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Dopo una settimana dal match di andata Juventus e Monaco si affrontano Torino per stabilire chi sarà la prima finalista di questa edizione di Champions League.
I bianconeri, forti del 2-0 conseguito a monaco, scendono in campo con Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro Khedira, Pjanic Dani Alves, Dybala, Mandzukic, Higuain.
Allegri punta sulla duttilità dei suoi uomini per modulare la disposizione in campo in base alle situazioni, la difesa sembra schierarsi a tre nei primi minuti di match, con Alex Sandro e Dani Alves alti a centrocampo.
La difesa si lascia cogliere impreparata al 5′ minuto quando Mbappé libero in aria anticipa l’uscita di Buffon: la conclusione si stampa sul palo alla sinistra del portiere bianconero. Brivido per la Juventus!
Al 10′ infortunio per Khedira che si tocca il flessore della cosca, Allegri manda in campo Marchisio, al momento sono schierati gli stessi uomini della partita della gara d’andata.
La Juventus ne approfitta per rifiatare, al 15′ Chiellini trova con un lancio la testa di Madzukic che fa da torre per Dybala ma il suo destro finisce fuori.
Al 22′ Higuain aggira sulla destra la difesa del Monaco, Subasic esce ma intercetta il tentativo di pallonetto.
Ottimo momento per i bianconeri che schiacciano i monegaschi in difesa: al 24′ Dybala trova con un filtrante Mandzukic ma il tiro del croato è smorzato da Raggi, al 25′ ancora un’occasione Mandzukic parata dal suo connazionale.
Al 27′ è Pjanic che dopo una pregevole triangolazione con Dybala mette in crisi la difesa del Monaco, ancora bravo Raggi a salvare il risultato.
Il Monaco prova una ripartenza con Falcao, bloccato in fuorigioco, al 32′ Mbappé viene fermato in angolo da Barzagli.
Nulla di fatto sulal bandierina, riparte Dani Alves che crossa per Mandzukic: Subasic blocac la prima conclusione ma non può nulla sulla ribattuta dello stesso bianconero che mette in rete!
Juventus-Monaco 1-0 al 33′.
Padroni di casa ancora pericolosi al 3′ con un lancio di Madzukic per Higuain, ottimo controllo per il Pipita ma Subasic blocca la conclusione.
Sulla fascia destra va in scena una battaglia personale tra Dani Alves e Mendy, al 42′ ha la meglio il giocatore monegasco che metet una palal in mezzo su cui Mbappé non arriva per qualche centimetro.
Ancora pericoloso lo stesso giocatore sul relativo angolo: il suo tiro termina di poco alto sulal traversa.
Dybala al 44′ ha una palla per chiudere il match ma calcia su Subasic che devia in corner.
Dalla bandierina palal messa fuori, arriva in corsa Dani Alves che colpisce con un potente destro liftato che si insacca. Raddoppio per i bianconeri al 44′ che vanno a riposo con un risultato estremamente favorevole.
Al rientro non ci sono cambi per la Juventus, la seconda sostituzione avviene al 54′ con Cuadrado a rilevare Dybala.
Il colombiano al 55′ si mette subito in luce con una rapida sortita delle sue ma si attarda nell’ultimo passaggio e si da recuperare da Jemerson.
Higuain prova la girata da centro area al 57′ ma la sua conclusione a giro termina oltre la traversa.
Cinque minuti si propone ancora Dani Alves con un cross di Mandzukic ma il croato devia la palla fuori.
Il Monaco reagisce con Mbappé che su passaggio di Sibide entra in area conclude: Buffon provvidenziale di ginocchio salva!
La Juventus sembra troppo rilassata in questa fase concedendo molti spazi. Al 69′ angolo per il Monaco, il più reattivo è Mbappé che si avventa sulla e batte Buffon.
Juventus-Monaco 2-1
Al 72′ saltano i nervi a Glik che passeggia su Higuain caduto a terra, Bonucci protesta con l’arbitro e viene ammonito.
Preoccupazione per il Pipita ma dopo le cura a bordo campo l’argentino riprende il gioco.
All’85’ Barzagli viene sostituito da Benatia.
Glik dopo Higuain mette nel mirino Mandzukic che protesta con l’arbitro: ammonizione al 91′ anche per il croato.
L’arbitro concede tre minuti di recupero ma non ci sono ulteriori occasioni: la Juventus torna a giocarsi la finale di Champions League dopo due anni.
Ora si va a Cardiff per entrare nella leggenda: fino alla fine!