22/01/2018
Juventus
Juventus
1 - 0
Genoa
Genoa
Allianz Stadium

Una Juventus in piena corsa per mantenere il passo dei rivali del Napoli si confronta con un Genoa in forma che, con Ballardini in panchina, nelle ultime 8 partite ha conquistato 4 vittorie e 3 pareggi.
I bianconeri schierano un 4-3-3 classico con Szczesny in porta a guardare le spalle alla difesa formata da Alex Sandro, Chiellini, Benatia e Lichtsteiner, in mediana Matuidi e Khedira con Pjanic leggermente alto ad orchestrare per gli esterni Mandzukic e Costa e sopratutto un Higuain in cerca di sbloccarsi dal digiuno di gol iniziato dopo il centro decisivo contro il Napoli. Il Genoa, invece, risponde con un 3-5-1-1 dove un Perin in grande spolvero, nelle ultime giornate, viene coadiuvato dal trio Spolli, Izzo e Rossettini, mentre un centrocampo di contenimento formato da Rosi e Laxalt ai lati e Rigoni, Bertolacci e Omeonga al centro aiutano gli avanti Taarabt e Pandev che, sfruttando la loro classe, puntano al gioco di rimessa per creare occasioni.
Assenze importanti nella squadra torinese, con Marchisio, Buffon e Dybala in tribuna per défaillance di varia entità.
La partita si dipana con uno sterile dominio territoriale dei bianconeri, che con 15 tiri in porta impegnano per l’intera durata della partita il rossoblu Perin. Il gol al quarto d’ora della prima frazione di tempo di Douglas Costa, imbeccato dal solito Mandzukic, indirizza la partita, con il Genoa che non riesce a a rispondere al gol avversario per via di una disposizione tattica forse troppo passiva e leggera in avanti.
La difesa zebrata resta per lo più inoperosa, dimostrando al mister Allegri di aver messo da parte le amnesie difensive che, in corso di stagione, al rientro delle pause avevano colpito il reparto arretrato.
Una vittoria per i bianconeri che permette loro di restare ad un punto dai partenopei, in piena corsa scudetto e con la partita di Verona contro il Chievo alle porte.