23/04/2017
serie A
Juventus
Juventus
4 - 0
Genoa
Genoa
Juventus Stadium
  
   
85
   
MINUTI GIOCATI
  
  
48 92%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
1 0
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
0 1
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI - NELLO SPECCHIO 2/0
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Posticipo domenicale allo Juventus Stadium per il turno di campionato con il Genoa di Juric.
Allegri effettua un turnover per lasciare riposare i reduci dell’impresa di Champions League schierando Neto, Barzagli, Bonucci, Benatia, Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Asamoah, Dybala, Higuain, Mandzukic.
Allegri schiera un modulo fluido, la difesa a tre prevede l’arretramento di Asamoah o Lichsteiner al bisogno o l’avanzamento dei laterali in fase di costruzione sulla linea della trequarti.
Higuain va subito vicino al gol 6′ di testa su una pennellata di Dybala ma Lamanna interviene con successo.
Dybala incanta ancora con un mancino a girare ma la conclusione termina di poco fuori al 14′.
La pressione è costante sull’are dei genoani, Marchisio si inventa un assist capolavoro per Higuain al 18′ che stoppa lasciandosi sfuggire la palla. Munoz in corsa va impattare sulla sfera e batte Lamanna. Autogol e Juventus in vantaggio!
Passano pochi secondi e Higuain si porta in avanti, sponda per Dybala che da posizione centrale trafigge la porta di Lamanna con un sinistro chirurgico e potente.
Raddoppio Juventus al 19′!
Il Genoa tenta una timida risposta con Ntcham dalla distanza, conclusione deviata in corner al 31′, stesso tipo di conclusione per Higuain al 35′ con un destro a giro.
Al 40′ sgroppata di Mandzukic che lascia partire un cross ribattuto sugli stessi piedi del croato che con un piattone trova un diagonale che batte Lamanna sul secondo palo! 3-0 per la Juventus.
Il Genoa è frastornato dal vantaggio, dopo l’autogol di Munoz la squadra non ha più opposto resistenza.
La ripresa comincia con l’impressione che la Juventus voglia subito archiviare la pratica.
Dybala al 49′ batte una punizione su cui si avventa Bonucci che al volo insacca ma l’arbitro annulla per una trattenuta di Mandzukic su Burdisso.
Il difensore lasciato libero sale al 53′ fino al limite dell’area, colpisce di potenza e batte ancora il portiere del Genoa!
Juventus-Genoa 4-0!
Al 68′ entra Rincon per Khedira. La spinta del centrocampo bianconero è implacabile, Matchisio al 70′ inventa una conclusione magistra dal limite che si stampa sulla traversa, Higuin ribadisce in porta ma stavolta è il palo a salvare Lamanna.
Ancora un altro palo al 76′ ferma un sinistra di Aasamoah. Juventus straripante, Allegri decide di richiamare Mandzkukic autore di una prova magnifica sottolineata dalla standing ovation dello stadio: dentro Sturaro al 79′ per il croato.
Ancora Dybala incanta al 82′ che doo aver disorientato con una finta Miguel Velso conclude di poco a lato.
All’85’ cambio anche per il capitano Marchisio. Lo sostituisce Mandragora, reduce da un importante infortunio.
Il match non offre ulteriore azioni da segnalare, anche l’odierna prova viene superata con determinazione e prova di forza.
Ottima la prova di Marchisio che alternato una prestazione di quantità a pregevoli azioni che hanno avviato le ripartenze dei bianconeri: la sua conclusione meritava sicuramente miglior sorte.