01/05/2016
serie A
Juventus
Juventus
2 - 0
Carpi
Carpi
Juventus Stadium

La Juve non fa sconti. Battuto anche il Carpi

Una buona Juve batte per il 36° turno di campionato un Carpi ben organizzato e motivato a strappare preziosi punti per la salvezza.
Allegri schiera i ragazzi con un consueto 3-5-2, retrocede Evra sulla linea difensiva completata da Bonucci e Rugani. A centrocampo Cuadrado (28′ secondo tempo Lichtsteiner), Pogba, Hernanes, Asamoah (39′ secondo tempo Sturaro), Alex Sandro.
Spazio dunque a chi ha giocato meno in questo finale di stagione: il mister ha bisogno di capire chi è più in forma mentalmente e fisicamente per l’ultimo big match della stagione, la finale di Coppia Italia contro il Milan.
Quella con il Carpi è stata una partita ostica: gli emiliani si sono chiusi bene in difesa e hanno puntato sugli immediati lanci per Mbakogu.
La Juventus pur avendo in mano le redini della partita fatica a passare per le fasce.
La “partita a scacchi” tra attacco bianconero e difesa carpigiana viene indirizzata da un’intuizione di Allegri sul finire del primo tempo.
Max inverte i mediani Pogba ed Asamoah: i giocatori schierati con il “piede preferito” verso l’interno del campo, incrementano la spinta centrale, sia in termini di progressione e tentativi di tiro.
Il Carpi è costretto così ad allargare le maglie difensive: Hernanes ci prova dal limite e al 41′ sorprende Belec che si muove in ritardo sulla conclusione sbucata all’improvviso tra le gambe dei propri difensori.
Il Profeta segna così il suo primo gol in maglia bianconera contribuendo alla 25° vittoria sulle ultime 26° giornate giocate.
Il secondo tempo si apre con la sostituzione di Morata per Zaza.
Il ritmo rallenta ulteriormente: l’unica punta del Carpi non trova spazio utile per impensierire la difesa juventina.
Irrati inserisce così Lasagna, giocatore che ha siglato in questo campionato gol pesantissimi.
Ma il raddoppio giunge con Zaza, all’81’ insacca di testa.
Il lucano si dimostra così bomber di razza, con una media realizzativa notevole: una rete ogni 106′.
Archiviato così anche il capitolo Carpi.
Prossimo appuntamento in trasferta contro il Verona.