21/09/2016
serie A
Juventus
Juventus
4 - 0
Cagliari
Cagliari
Juventus Stadium

Turno infrasettimanale di campionato, torna in campo la Juventus dopo la battuta d’arresto vissuta nello scorso weekend contro l’Inter.
Ospiti allo Stadium il Cagliari di Rastelli: una squadra che ha mostrato grandi potenzialità anche per l’innesto di numerosi ragazzi che hanno vestito la casacca bianconera negli anni passati.
Allegri propone una squadra più offensiva rispetto allo scontro con l’Inter: Pjanic torna a giocare in posizione di mezzala, fasce affidate invece ai sudamericani Alex Sandro e Dani Alves.
Il mister concede un turno di riposo a Bonucci sostituito da Rugani: Barzagli dalla destra viene spostato al centro per impostare la manovra di ripartenza.
Proprio Rugani, giovane che dopo l’ottima annata scorsa può ormai considerarsi un’affidabile alternativa, segna la svolta decisiva della partita.
Al 14′ Higuain, di nuovo titolare dopo la partenza dalla panchina a Milano, gira al volo un passaggio sporco,
Storari respinge e Rugani è il più lesto ad insaccare con un tap-in ravvicinato.
Dopo il gol la manovra della Juventus diventa più organizzata. Nei primo minuti i ragazzi avevano forse peccato in troppa foga nel cercare il risultato: il mister aveva più volte esortato i suoi di rallentare e ragionare, sconsigliando di forzare la verticalizzazione in tutte le situazioni.
Hernanes comincia a dettare i giusti tempi di inserimento per Pjanic e Lemina. Le sponde dei centrocampisti sulle fasce diventano devastanti.
Al 33′ Higuain raddoppia con un sinistro ad incrociare e Dani Alves sei minuti dopo chiude di fatto la partita con un tiro rasoterra dal limite dell’area.
Il primo tempo si chiude senza concreti pericoli per la Juventus. Allegri sostituisce Buffon con Neto.
Il Cagliari appare più rinunciatario e la stessa Juventus alza il piede dall’acceleratore.
I tentativi bianconeri si riducono a sporadiche iniziative personali. Hernanes, Dybala, Lemina sembrano desiderosi di lasciare il proprio nome sul tabellino dei marcatori dell’incontro.
Hernanes ci prova con uno strabiliante colpo da fuori alzato di poco sopra la traversa, anche Dybala ci prova con il suo magico sinistro ma la fortuna sorride a Lemina.
Dopo un’azione personale sulla sinistra fatta di rimpalli e respinte, entra in area cagliaritana obbligando Ceppitelli all’autorete ad un passo dalla linea di porta.
L’esultanza del francese, a risultato già deciso, è significativa della voglia di affermarsi nel gruppo.
È questo lo spirito giusto, entusiasmo e concentrazione per dimenticare il brutto approccio della partita con l’Inter.
Qualche minuto sul campo anche per Pjaca-Mandzukic: la coppia offensiva croata che aveva impressionato nell’ultima edizione degli Europei sostituisce quella argentina.
Sabato l’anticipo in campionato contro il Palermo e poi sarà di nuovo Champions!