08/01/2017
serie A
Juventus
Juventus
3 - 0
Bologna
Bologna
Juventus Stadium
  
   
90
   
MINUTI GIOCATI
  
  
80 84%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
3 4
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
1 1
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI / NELLO SPECCHIO 1/1
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Prima partita del 2017 per i campioni bianconeri che ospitano in questo posticipo serale il Bologna di Donadoni.
La formazione iniziale vede Neto al posto di Buffon e il rientro di Barzagli a fianco di Chiellini, reparto completato da Asamoah e Lichsteiner. In mezzo Marchisio a dettare i tempi per Sturaro e Khedira, Pjanic agisce da raccordo per il tandem argentino d’attacco formato da Dybala e Higuian.
Juve subito pericolosa al 3′ quando Higuain favorisce l’inserimento di Khedira, anticipato in extremis da Oikonomou.
Qualche minuto dopo Pjanic inventa un filtrante verticale a scavalcare la difesa, Higuain rapace si avventa sulla palla e batte al volo senza lasciare scampo a Mirante: Juventus in vantaggio al 7′!
Subito in salita la partita degli emiliani, che rischiano di capitolare ancora al 15′: Lichsteiner scambia con Khedira sulla destra, il tedesco crossa in mezzo e Higuain conclude di poco a lato.
Al 17′ Lichsteiner viene ammonito forse troppo severamente per un contrasto con Di Francesco: lo svizzero diffidato salterà il prossimo match di campionato contro la Fiorentina.
Lo stesso Di Francesco prova al 19′ a sorprendere Neto con un tiro liftato ma il brasiliano blocca sicuro.
Anche Marchisio prova l’eurogol con una botta da fuori al 24′ ma Mirante alza sopra la traversa la velenosa conclusione. Pjanic tenta un’analoga conclusione tre minuti dopo ma Mariani devia in angolo.
Al 30′ guizzo di Dybala servito da Higuain ma l’arbitro ferma per presunto fuorigioco.
Prima mezz’ora dominata dai bianconeri che cercano incessantemente di incrementare il punteggio.
Dybala ispira al 38′ Sturaro con una bella verticalizzazione ma il centrocampista non riesce ad appoggiare con precisione per Higuian vanificando di fatto una grossa occasione.
Il sanremese si fa immediatamente perdonare al 40′ quando penetra in area: Oikonomou interviene sulle gambe del giocatore e l’arbitro Mariana indica il dischetto di rigore.
Dybala batte Mirante, porta i bianconeri in vantaggio per due reti a zero e cancella il brutto ricordo del penalty fallito a Doha.
La partita non offre ulteriori emozioni fino al rientro negli spogliatoi. Allegri rimanda in campo gli stessi giocatori anche per testare la tenuta di concentrazione che era venuta meno nel match di Supercoppa contro il Milan.
Ma non cambia il canovaccio del match questa sera, Juve ancora a schiacciare il Bologna nella propria metà campo e al 10′ Higuain firma la sua doppietta personale con un un colpo di testa.
Pregevole il cross perfetto servito da Lichsteiner.
I bianconeri cominciano a rallentare i ritmi costringendo il Bologna a salire.
Allegri decide dunque di mandare un campo un contropiedista come Cuadrado al posto di Pjanic al 23′.
Buona la prova del bosniaco, spesso affiancato sulla trequarti da Dybala: i due hanno creato scompiglio portandosi appresso i difensori avversari: il centrocampo bianconero ha tratto beneficio con invitanti spazi.
Al 24′ puro calcio spettacolo: Cuadrado si invola sulla destra, serve Khedira che scarica immediatamente su Dybala: palla della Joya di poco alta.
Il colombiano ancora pericolosissimo al 27′ che ruba una balla e serve Marchisio che manda fuori.
Allegri richiama l’applauditissimo Higuain in panchina, Mandzukic al suo posto.
Al 36′ esordio anche per Rincon che prende il posto per Khedira.
Il match vede un possesso palla bianconero, il Bologna rinuncia a costruire e bada non aggravare il bilancio delle reti subite.
Si conclude così sul punteggio di 3-0 una gara ben gestita contro il Bologna.
E con la prima giornata del nuovo anno giunge anche l’ennesimo record per i ragazzi di Allegri che toccano quota 26 vittorie casalinghe consecutive.
Lo Juventus Stadium è sempre più inespugnabile grazie ai suoi campioni in bianconero!