14/03/2018
Juventus
Juventus
2 - 0
Atalanta
Atalanta
Allianz Stadium

Recupero di campionato in questo Marzo infinito per i bianconeri, che si trovano di fronte l’Atalanta di Gasperini per la terza volta in meno di un mese, dopo le due semifinali di Coppa Italia.
Allegri, sempre privo dei lungodegenti Cuadrado e Bernardeschi ma che può reintegrare Mandzukic e gli squalificati Alex Sandro e Lichtsteiner, schiera un 4-2-3-1 con Buffon, Asamoah, Chiellini, Benatia e Lichtsteiner in difesa, Pjanic e Matuidi a far legna e Mandzukic, Dybala e Douglas Costa dietro a Higuain.
I bergamaschi invece rispondono con Berisha tra i pali, Toloi, Mancini e Palomino arretrati, in mediana Hateboer, Gosens, Cristante, Haas e De Roon mentre Ilicic agisce da seconda punta dietro ad un claudicante Papu Gomez.
Partita pregna di importanza per i bianconeri che, in caso di vittoria, possono effettuare una prima fuga importante a discapito del Napoli, occasione che ovviamente gli uomini di Allegri non vogliono lasciarsi sfuggire.
Partita che inizia equilibrata e bella, con vari botta e risposta tra le due squadre, che peccano in precisione ma non in agonismo. Nonostante l’Atalanta sia più volte pericolosa in avanti, però, è la Juventus a portarsi in vantaggio al 29° alla prima, vera, occasione da rete a favore: una sortita di Douglas Costa porta il pallone in area e serve Higuain che è lesto e bravo ad insaccare.
La partita continua con questo leitmotiv, con l’Atalanta che ogni volta che preme si dimostra pericolosa e la Juventus che, nonostante il vantaggio, riesce a rendersi poco pericolosa soffrendo il pressing avversario. Questo sia per i minuti restanti del primo tempo che per quasi tutto il secondo tempo, che evidenziano l’agonismo forsennato e sterile degli orobici frapposto al cinismo dei bianconeri che si rendono pericolosi nelle rarissime occasioni offensive, prima con Douglas Costa e poi con Dybala.
Al 79° Chiellini, con uno slalom nella trequarti nerazzurra, riesce a farsi atterrare da Mancini facendogli prendere il secondo giallo.
Ed è quando la tattica di sfiancamento di Gasperini sembra iniziare ad avere la meglio che la Juventus piazza il colpo del k.o., all’81°: De Sciglio lancia un precisissimo diagonale di 50m per Dybala che si accentra verso l’area, serve Higuain che fa da sponda rasoterra per Matuidi che, solo in area, di piatto chiude la contesa.
Vittoria della Juventus che raggiunge il dodicesimo successo consecutivo e allunga sulle inseguitrici.