26/08/2017
Genoa
Genoa
2 - 4
Juventus
Juventus
Stadio Luigi Ferraris

Allegri alla vigilia era stato profeta parlando della partita dello scorso anno: conosce il Genoa e sa che in casa può fare male. Il tecnico toscano schiera così i suoi 11: Buffon, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Cuadrado, Dybala, Mandzukic, Higuain.
La Juventus parte ad handicap: le marcature si aprono dopo soli 20″ su autogol di Pjanic, poi arriva il raddoppio rossoblù su rigore con Galabinov al 7′. Due schiaffi a freddo e il Genoa sogna l’impresa come lo scorso anno.
Ma questa Juve non molla, ci pensa Dybala ad accorciare già al 14′ e grazie alla caparbietà di Mandzukic la Juve trova il rigore a tempo scaduto. Nella ripresa al 17′ segna Cuadrado con pregevole sombrero su Laxalt in piena area di rigore.
Gli assalti del Genoa sono volenterosi ma inconcludenti, la Juve è ben messa in campo e non lascia spiragli alla furia rosso blu.
Ci pensa ancora Dybala, che porterà a casa il pallone, a chiuderla definitivamente sul 4-2.
Bianconeri in testa alla classifica a punteggio pieno, alla vigilia della sosta per le nazionali.