15/01/2017
serie A
Fiorentina
Fiorentina
2 - 1
Juventus
Juventus
Stadio Artemio Franchi
  
   
77
   
MINUTI GIOCATI
  
  
26 73%
  
PASSAGGI FATTI
  
   
2 6
   
DUELLI VINTI - PERSI
  
  
   
3 0
   
FALLI FATTI - SUBITI
  
  
GOAL 0
  
TIRI/NELLO SPECCHIO 0/0
  
CROSS 0
  
ASSIST 0
  
CARTELLINI 0

Trasferta delicata questa sera per i bianconeri sul difficilissimo campo della Fiorentina.
Allegri ritorna al 3-5-2, in difesa si ricompone il trio Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado e Alex Sandro sulla fasce, Khedira, Marchisio e Sturaro a centrcampo e attacco affidato a Dybala e Higuian.
Sousa risponde con 3-4-2-1, puntando sulla densità di uomini a centrocampo.
I viola partono immediatamente a spron battuto prendendo il dominio sul centrocampo. I mediani salgono a pressare alto sulla difesa che fatica ad impostare l’azione.
Al 9′ Barzagli sbaglia un disimpegno, Kalinic intercetta e serve Vecino che da pochi metri tira a lato.
Un minuto dopo è Bonucci ad essere messo sotto pressione sempre dalla punta viola che scarica su Chiesa: la Juventus in questo caso si salva in corner.
Al 21′ Alex Sandro impensierisce per la prima volta Tatarusano con una conclusione al volo troppo centrale.
Suraro al 25 finisce sul taccuino di Banti per aver fermato fallosamente Bernardeschi.
Alla mezz’ora un paio di duri interventi su Dybala, Vecino ammonito dall’arbitro.
Al 32′ stesso provvedimento per Chiellini per gioco falloso.
Il vantaggio della Fiorentina si concretizza al 36′ dopo un netto dominio: Bernardeschi serve Kalinic che da posizione defilata batte Buffon. Da segnalare che l’azione nasce da un intervento molto dubbio di Bernardeschi su Alex Sandro.
Prova a rispondere al 40′ di testa Chiellini su palla servita da Dybala su punizione; al 44′ grossa occasione per Higuain: Alex Sandro crossa in mezzo, Olivera anticipa Cuadrado, la palla finisce all’argentino che non finalizza.
Il primo tempo termina con una Juventus più convinta di raggiungere il pareggio.
nessun cambio nell’intervallo, la Fiorentina riparte con la stessa grinta del primo tempo, Maxi Olivera al 3′ semina Cuadrado e Barzagli, Bernardeschi servito perde l’ottima palla servita dal compagno di squadra.
Badelj raddoppia all’8′ in maniera fortunosa: serve Chiesa che non tocca la sfera. Buffon ingannato dal movimento attende la deviazione ma la palla si insacca sul secondo palo.
Fiorentina avanti per 2-0. Allegri chiede di intensificare il riscaldamento agli uomini in panchina.
Al 13′ Khedira crossa in area, Higuain ritrova il suo istinto feroce e sfrutta il momento di indecisione della difesa viola. Il Pitita segna la sua 13° rete in campionato e riapre il match.
Al 15′ Sturaro fuori per Pjaca, la difesa passa a quattro con Barzagli esterno. Cartellino giallo anche per Marchisio per fallo su Chiesa. Il regista bianconero lascia il campo al 31′ per fa spazio a Rincon.
AL 33 Pjaca pericoloso in area, mette palla in mezzo intercettata da Gonzalo con un braccio sollevato. Non c’è nulla per Bati, i bianconeri protestano.
Un minuto dopo Higuain ha l’occasione giusta per il pareggio: colpise di tesa, Tatarusanu respinge in mezzo tra una selva di giocatori. La sfera torna debolmente tra le sue braccia, nessun juventino è riuscito a raggiungere per primo il pallone.
Banti al 42′ ammonisce anche Bonucci.
Ultimi minuti concitati, al 44′ Dybala spara sopra la traversa una facile palla servita da Mndzukic che era nel frattempo subentrato per Barzagli.
Al 47′ sbaglia invece Ilicic che spreca una palla al solo cospetto di Buffon.
La partita giunge al termine dopo sei minuti di recupero. Fiorentina meritatamente vittoriosa, padrona del campo e tatticamente superiore ai bianconeri, apparsi lenti e prevedibili.
Giunge così la quarta sconfitta stagionale in trasferta.
Si segnala un Allegri molto contrariato con i suoi giocatori e la terna arbitrale. Da domani avrà modo di esaminare l’anomalo approccio al match.