01/11/2014
serie A
Empoli
Empoli
0 - 2
Juventus
Juventus
Stadio Carlo Castellani

La Juve risorge al Castellani e torna in vetta. Sconfitto l’Empoli per 2 a 0

La Juventus non si fa trovare impreparata e coglie l’occasione di tornare a comandare in solitaria la classifica; con la vittoria sull’Empoli di Sarri i campioni bianconeri riescono ad approfittare della sconfitta della Roma a Napoli per ristabilire le distanze dai giallorossi. La prestazione della Juventus è stata da grande squadra, con un primo tempo giocato, come da consuetudine ormai, a ritmi blandi, per trovare poi il colpo vincente nel corso della ripresa.
Allegri applica un ragionato turnover in vista della decisiva sfida europea di martedì contro l’Olympiacos, proponendo in attacco la coppia Giovinco-Morata, mentre a centrocampo troviamo Pereyra sulla fascia destra con Pirlo in cabina di regia; Marchisio, al ritorno in Toscana dopo il suo trascorso in prestito proprio all’Empoli, gioca da mezz’ala al posto di Pogba. Nel primo tempo la partita ha poco da dire, e il primo tiro in porta bianconero arriva solo alla mezz’ora inoltrata, con un tentativo di Vidal troppo debole e centrale per potere impensierire Bassi.
Nel corso della ripresa la maledizione che attanaglia gli uomini della difesa bianconera continua e colpisce Ogbonna, dolorante alla caviglia dopo uno scontro di gioco; al suo posto entra Lichtsteiner nell’inedito ruolo di difensore centrale. Superato il momento di confusione i bianconeri capiscono che c’è bisogno di qualcosa di più se si vuole sconfiggere questo Empoli, mai pericoloso ma ben messo in campo dal suo allenatore. È così che, dopo il tentativo di Marchisio ben respinto da Bassi, Pirlo sblocca la partita grazie ad una punizione procurata da Giovinco; il destro del regista bianconero si infila tra le maglie della barriera, colpevole nell’aprirsi, e termina la corsa in fondo al sacco con il portiere toscano che forse poteva fare qualcosa di più. L’ingresso di Tevez permette una maggiore spinta in attacco, e a giovare più di tutti della verve messa in campo dall’Apache sembra essere Morata, bravissimo nel trovare il goal con un potente sinistro che si infila sotto la traversa. Prima del goal del raddoppio bianconero era stato l’Empoli a farsi pericoloso, con Pucciarelli in zona goal che viene magistralmente respinto da un intervento di Buffon, il quale si ripeterà poi nei minuti finali del match su un tentativo di Tavano, riuscendo a terminare la partita imbattuto.
Adesso la testa va all’impegno di martedì contro l’Olympiacos, in una partita da non sbagliare se si vuole continuare gloriosamente l’avventura in campo europeo.