02/10/2016
serie A
Empoli
Empoli
0 - 3
Juventus
Juventus
Stadio Carlo Castellani

Ultima partita prima della pausa del Campionato per gli impegni con le Nazionali, la Juventus ospite ad Empoli.
Allegri dal fischio finale del match contro la Dinamo ci ha tenuto a sottolineare che il rischio di concentrazione è sempre dietro l’angolo.
Juve schierata con il consueto 3-5-2 ma dai primo minuti iniziali si è notato un Barzagli molto largo sulla fascia, quasi a provare in maniera graduale il passaggio ad una difesa a 4.
Alex Sandro di conseguenza sulla sinistra viene maggiormente richiamato alla fase difensiva mentre a Cuadrado largo sulla destra è affidato il compito di servire le due punte argentine.
L’Empoli si schiera con un 4-3-1-2 e a sorpresa lascia il suo giocatore più tecnico, Saponara, in panchina.
Ore 12.30, fischio d’inizio, Dybala subito pericoloso ma bisogna aspettare il 9′ per la prima occasione concreta; lancio perfetto di Pjanicsul filo del fuorigioco che serve Khedira ma il bianconero colpisce una clamorosa traversa.
Due minuti più tardi ci prova Dybala su punizione, bravo Skorupski non farsi sorprendere.
Juventus che pressa l’Empoli in maniera costante. Allegri prova spostare la spinta sulle fasce e anche Alex Sandro trova spazi pericolosi.
Al 34′ ci prova Cuadrado, solo davanti a Skorupski, il colombiano tira forte in diagonale e il portiere mette a lato di piede.
Al 41′ si affacciano i toscani nell’area bianconera con Krunic ma Buffon alza il pallone in angolo.
Il secondo tempo riprende con con lo stessa canovaccio che ha accompagnato le suadre alla pausa.
Al 61′ primo cambio per Allegri, Lemina per Khedira.
Al 64′ sblocca Dybala con un gran gol!
Proprio Alex Sandro in una delle sue incursioni sulla fascia serve rasoterra l’argentino che controlla e insacca con un potente sinistro su cui nulla può Skoruspski.
Empoli frastornato concede troppo spazio ad Higuain che al 67′ raddoppia con un potente sinistro dal limite dell’area.
Sempre l’argentino chiude le speranze dei toscani con la terza marcatura: Zambelli perde palla in disimpegno e il Pipita non perdona: dribbla anche Skoruspski e deposita in rete.
Al 73′ Allegri concede minuti importanti anche a Pjaca, dentro per Dybala.
Lemina pericoloso ancora al 74′ che sceglie di tirare anziché servire un liberissima Pjaca.
Finalmente dallo spogliatoio giungono anche lieti notizie con il ritorno di Sturaro che all’82’ esordisce in questo Campionato al posto di Pjanic.
Il giovane croato ha voglia di mettersi in mostra: ci prova all’86’ con un colpo a giro alla Del Piero alzato sopra alla traversa da Skoruspki, migliore tra i suoi
La partita termina senza ulteriori emozioni. Juve concentrata e cinica, brava a sfruttare i momenti di calo dell’Empoli. I bianconeri centrano così l’obiettivo di arrivare alla pausa del Campionato in vetta alla classifica.