27/01/2018
Chievo
Chievo
0 - 2
Juventus
Juventus
Bentegodi di Verona

La Juventus ritorna a giocare il Sabato sera per la seconda volta nel 2018 e lo fa affrontando una trasferta insidiosa in casa del Chievo Verona di Maran.
Allegri appronta la sfida schierando un 4-3-3 abbastanza prudente, col polacco Szczesny in porta aiutato dai centrali Benatia e Barzagli e i laterali De Sciglio e Asamoah. Davanti a loro Khedira, Sturaro e Pjanic a fornire gioco per gli avanti Douglas Costa, Mandzukic e Higuain.
Il Chievo risponde con Sorrentino in porta e ben cinque difensori con, al centro, l’esperto Dainelli, Tomovic e Bani e, ai lati, Jaroszynski e Cacciatore. A centrocampo Radovanovic, Hetemaj e Bastien fanno da filtro ai due attaccanti, la seconda punta Birsa e Pucciarelli.
Dirige Maresca della sezione di Napoli.
Un primo tempo abbastanza sottotono da parte di entrambe le squadre, che non si pungono adeguatamente, vede nel suo quarto finale protagonista in negativo il belga Bastien che, dopo due interventi irregolari su Asamoah, riceve un doppio giallo che lo toglie dalla partita.
A questo punto Maran, vistosi in inferiorità numerica, nel secondo tempo inserisce Depaoli nella speranza di sparigliare il tavolo ma una nuova espulsione, questa volta per rosso diretto a Cacciatore, indirizza definitivamente la partita a favore della Juventus che finalmente al 67°, grazie ad una bella azione concertata, passa in vantaggio con un violento destro di Khedira da dentro l’area. All’87° arriva infine il raddoppio di testa di Gonzalo Higuain a chiudere la contesa e mandare tutti a casa.
Bianconeri quindi bravi e cinici nell’approfittare degli errori altrui e ora capolista momentanea in attesa del Napoli che giocherà Domenica contro il Bologna.