01/10/2014
champions league
Atletico Madrid
Atletico Madrid
1 - 0
Juventus
Juventus
Vicente Calderon

Juventus beffata da Arda Turan. Vince l’Atletico 1-0

La Juventus esce sconfitta dal Vicente Calderon non riuscendo a strappare punti ai Colchoneros del Cholo Simeone. In una partita segnata dalla forte fisicità sono stati gli spagnoli a prevalere grazie alla loro maggior propensione a questo tipo di partite; nonostante l’addio di Diego Costa i campioni di Spagna non hanno perso lo spirito che tante volte li ha portati a sconfiggere anche colossi del calcio come Real Madrid o Barcellona.
Nell’Atletico manca Gabi, per cui Simeone sceglie un 4-1-4-1 in cui a fare da frangiflutti è l’ex Tiago Mendes, mentre il ruolo di punta centrale è occupato da Mandzukic; nei bianconeri recupera Caceres che si riprende il posto in luogo di Ogbonna, mentre il resto della formazione è confermato in toto dopo le ultime buone uscite.
Nel corso della prima frazione il gioco è molto spezzettato e di occasioni da goal non se ne vedono né da una parte, né dall’altra; un bel tiro di Mandzukic è ben respinto da Buffon, mentre Godin alza troppo un colpo di testa su una punizione di Koke; di là, il solo Pogba è in grado di concludere verso la porta difesa da Moyà, con un tiro che però uscirà sul fondo. I bianconeri, oggi all’esordio con la nuova maglia da trasferta verde fluo, sono bravi a non concedere calci d’angolo o punizioni da distanza ravvicinata, armi con cui l’Atletico predilige offendere e segnare.
Nel corso della ripresa Simeone, consapevole di dover cercare il risultato in virtù della sfavorevole situazione di classifica, inserisce Griezmann al posto del giovane Saul; il baricentro della squadra si alza notevolmente, tant’è che ora l’Atletico attacca in massa e reclama per un mani di Caceres, la cui deviazione fortuita impegna Buffon per sventare un autogoal che avrebbe avuto del clamoroso. Gli attacchi dei madridisti non sono troppo pericolosi, ma quando si tratta di offendere la Juve risulta incapace di costruire qualcosa che sia degno del suo nome; forse i bianconeri soffrono eccessivamente la tremenda pressione che gli uomini del Cholo portano sulla linea del centrocampo.
Il match sembra destinato al pareggio quando Arda Turan, idolo dei tifosi, trova un goal forse anche fortuito: il cross dalla destra di Juanfran è spizzato da Mandzukic, il turco è lesto ad anticipare Lichtsteiner e a insaccare la rete decisiva. La reazione Juve non arriverà, e il tentativo più pericoloso per la porta dell’Atletico è un tentativo di autogoal di Raul Garcia che mette i brividi a Moyà.
Il risultato finale è forse troppo severo per i bianconeri, che vengono rimandati in questo test europeo; il gioco non è stato degno delle grandi occasioni, però va anche detto che gli uomini di Allegri sono stati bravi a concedere poco ad una squadra che, tra le mura amiche, è forse la più temibile del lotto europeo. La testa dei giocatori dovrà essere brava a dimenticare velocemente questa sconfitta, perché all’orizzonte c’è da affrontare un altro big match contro la Roma; lo scontro coi giallorossi è in programma, infatti, domenica alle ore 18.