27/09/2014
serie A
Atalanta
Atalanta
0 - 3
Juventus
Juventus
Stadio Azzurri d'Italia

L’Apache timbra e Morata chiude. Continua la cavalcata bianconera

La Juventus risponde alla Roma con un rotondo 3-0 ai danni dell’Atalanta e viaggia a punteggio pieno. 3-5-2 per Allegri che ignora il turnover in vista della coppa mentre Colantuono risponde con il 4-4-1-1 con Baselli preferito a Cigarini.
I padroni di casa partono forti ma la sfuriata dura appena 20 minuti, fatti di pressing asfissiante e raddoppi a centrocampo.
Ci pensa l’Apache a calmare i bollenti spiriti bergamaschi sfruttando al meglio un cross a mezza altezza con difesa atalantina colpevolmente in ritardo. La Juve controlla fino all’intervallo ma nel secondo tempo Colantuono azzecca il cambio e dopo una manciata di minuti nella ripresa cambia Estigarribia con Molina. L’ex Modena al 13′ va giù in area ospite a contatto con Chiellini, Orsato non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Sul dischetto va Denis che prova a piazzarla alla sinistra di Buffon, rasoterra ma il numero 1 bianconero ci arriva e para.
Neanche un giro di lancette e La Juve segna il 2-0, al 14′, Tevez controlla al limite una palla servita da Evra e beffa Sportiello ancora in ritardo.
La partita sembra segnata col doppio vantaggio bianconero e nemmeno i cambi Orobici cambiano l’inerzia della gara. Anche Allegri, pensando alle fatiche di coppa, opera dei cambi funzionali. Ma la partita ha ancora qualcosa da dire, al minuto 39 Morata segna il suo primo gol in campionato su invito di Pereyra servito da Tevez. Altri tre punti in cassaforte in un campo ostico come l’Atleti Azzurri. Ora c’è l’Atletico Madrid e poi la sfida con la Roma che dirà se questo campionato avrà un unico padrone.