01/10/2017
Atalanta
Atalanta
2 - 2
Juventus
Juventus
Atleti Azzurri d'Italia

Statistiche a dir poco favorevoli per la Juve sugli scontri diretti con gli Orobici; per trovare un successo neroazzurro bisogna portare indietro gli orologi alla fine degli anni 80, quando Caniggia sbancò il delle Alpi. Ma questa Atalanta è davvero una brutta gatta da pelare, lo sa Allegri che già alla vigilia avverte la stampa ed i suoi sulla pericolosità della squadra di Bergamo, reduce da un ottimo pareggio in Europa League a casa del Lione. Allegri schiera i suoi con Buffon; Lichtsteiner, Chiellini, Benatia, Asamoah in difesa; Bentancur, Matuidi in mediana e Bernardeschi, Dybala, Mandzukic a supporto di Higuain. Nel primo tempo avvio lampo della Juve che schiaccia i padroni di casa nella sua metà campo grazie ad un pressing intelligente ed asfissiante. La Juve è molto concreta e pare aver messo al sicuro il risultato già nella prima mezz’ora con un micidiale 1-2 prima con Bernardeschi che insacca un facilissimo tap in su indecisione di Berisha e poi con il raddoppio di Higuain, bravo a fulminare Spinazzola sullo stretto.
Caldara accorcia in chiusura di tempo ma gli uomini di Allegri riescono comunque a gestire senza troppi patemi. Al 57esimo il primo episodio chiave del match, gol annullato a Mandzukic per gomitata di Lichsteiner su Gomez in apertura di azione. Non passano nemmeno 10 minuti e l’Atalanta pareggia: cross di Gomez in area, Cristante è perfetto nell’inserimento e la infila di testa nell’angolino. C’è spazio per un’ultima emozione, Dybala batte una punizione da posizione insidiosa e DAmato fischia rigore, convalidato anche dal VAR per fallo di mano di Petagna in barriera. La Joya va sul dischetto e si fa ipnotizzare da Berisha. 6 Minuti di recupero ma non accade più nulla. Due punti persi per i bianconeri che vedono il Napoli solo in vetta.